logo
 | 

Dragonball FighterZ: Provata la Open Beta

A ridosso del lancio del beat'em up di Bandai Namco, le impressioni prima del verdetto finale...

 

Brutta cosa l'attesa, soprattutto quella spasmodica e febbrile che precede l'uscita di un gioco molto atteso che, oltre a farci sentire dei bambini impazienti, diventa un vero e proprio strazio. Dragonball FighterZ rientra assolutamente in questa categoria, riuscendo a creare nell'utenza aspettative smisurate e la voglia di mettere le mani sul titolo il prima possibile. Questa Open Beta è quindi servita ad un duplice scopo: in primis quello di mettere alla prova le qualità del matchmaking e del netcode e poi, di conseguenza, a permetterci di mettere le mani nuovamente sul titolo Arc System Works.

Fatal Frenzy

Dragonball FighterZ mi aveva già conquistato con la sua rapida presentazione durante lo showcase di Microsoft all'E3 scorso, ed è riuscito nuovamente a convincermi della sua bontà durante la Closed Beta di qualche mese addietro; questa nuova Open Beta però(alla quale ho potuto partecipare anticipatamente grazie a Bandai Namco) ha saputo darmi un'altra visione del titolo,  permettendomi di apprendere meglio la profondità che si nasconde dietro l'immediatezza degli scontri.
Il gioco di fatto può sembrare molto casual infatti, appena si prenda parte al primo scontro e, soprattutto per i puristi dei picchiaduro, la prima esperienza con FighterZ può rivelarsi molto deludente. Questo perché il gioco propone uno schema di comandi pressoché identico per ogni personaggio, che si rivela anche estremamente semplice da apprendere. Questa estrema facilità nei controlli, unita alle Super Combo fornite sul Light e Medium attack(che prevedono semplicemente di "mashare" sul tasto, come visto anche in P4 Arena) possono far apparire il titolo come poco profondo e caciarone, ma non è assolutamente così.

Risultati immagini per dragon ball fighterz

 

Addentrandosi negli scontri è infatti facile capire come, superati i livelli più bassi dei rank, il gioco sia molto più complesso e tecnico di quanto non sembri, e premere tasti a caso o spammare colpi ki, Super Mosse o combo senza nessuna logica equivalga a perdere lo scontro già in partenza. Essenziale l'utilizzo del Heavy Attack, che si rivela una perfetta risposta al pericolo Super Dash nemico, permettendoci (premuto insieme alla freccia direzionale bassa) di evitare l'offensiva e lanciare il nostro avversario in aria e darci una generosa finestra di tempo per passare al contrattacco. Così come è fondamentale il supporto dei nostri compagni, che vanno scelti sapientemente in base alle loro peculiarità per poter sfruttare al meglio i loro assist,  ricercando quindi il miglior combattente da affiancare alla nostra prima scelta, in base a quanto bene funzionino i due(o tre) assieme. Interessante il fatto che, nonostante il dislivello fra un giocatore casual e uno navigato sia impressionante, il gioco rimanga sempre estremamente veloce, frenetico e ritmato, non perdendo mai il suo focus iniziale nell'offrire scontri vicini al feeling della serie animata.

 

Risultati immagini

 

New Entries

In questa Beta è stato anche possibile provare da vicino quattro nuovi personaggi: Beerus, Nappa, Gohan Adulto e Kid Buu(che hanno preso momentaneamente il posto di C16, Teen Gohan, Fat Buu e Trunks), quattro personaggi decisamente differenti fra loro che non fanno altro che dimostrare quanto Dragonball FighterZ sia più di quello che sembra. Beerus ad esempio può creare alcune "trappole" di ki intorno a sé, posizionandole poi in maniera da rendere difficile l'avanzata nemica o più semplicemente lanciarle in maniera offensiva, Nappa predilige il combattimento ravvicinato e può vantare una meccanica unica, quella dei Saibaman, per avere un piccolo alleato momentaneo ma potenzialmente fastidioso, Kid Buu invece si concentra più sulla sua velocità e imprevedibilità mentre Gohan (forse l'unico personaggio meno bilanciato fra quelli presenti sino ad oggi) risulta ben bilanciato sotto tutti i punti ed estremamente pericoloso in qualsiasi situazione. Le ore passate in compagnia di questa Beta hanno mostrato un roster inferiore alla metà di quello che sarà disponibile nel gioco completo, eppure il gioco è risultato estremamente divertente e variegato nonostante l'esiguo numero di personaggi disponibili, quindi è lecito aspettarsi grandi cose una volta che si avrà a disposizione il roster completo.

 

 Immagine correlata

 

"Io ti evoco, grande drago Shenron!"

La meccanica delle Sfere del Drago è stata molto discussa negli ultimi, ci si chiedeva infatti quanto sarebbero potuto essere utili, quanto sarebbe stato facile evocarle e, soprattutto, quanto potessero essere sbilanciate. Nel tutorial mostratoci in questa beta abbiamo potuto vedere l'effettiva funzionalità, raccogliendole con il semplice utilizzo delle Super Combo, una volta "raccolte" tutte, sarà possibile evocare il Drago mediante un'ultima combo, a patto di avere 7 barre di energia a disposizione. In quel momento sarà possibile chiedere uno fra quattro desideri, ovvero:

 

- Rendimi immortale!( rigenerazione costante e veloce della salute)

- Dammi il potere assoluto!(Otterremo a disposizione un utilizzo aggiuntivo dello Sparkling Blast)

- Curami!(La nostra barra HP verrà risanata)
- Riporta in vita i miei compagni!(Uno dei nostri personaggi viene riportato in vita con un'esigua quantità di HP)

 

Il sistema può sembrare assolutamente sbroccato e privo di bilanciamento effettivo, va però tenuto a mente che raccogliere tutte le sfere non sia sempre immediato e, soprattutto, avere 7 barre di energia inutilizzate sarà ancora più dura. Nella stragrande maggioranza degli scontri quindi Shenron non verrà proprio evocato e anche qualora accadesse lo scontro sarebbe probabilmente già agli sgoccioli, quindi solo in rarissimi casi l'evocazione del drago sarà determinante ai fini della vittoria. Si tratta più che altro di puro fan-service trasposto nel gameplay in maniera neanche troppo invasiva.

 

Risultati immagini per dragon ball fighterz shenron

 

Online: problemi e incertezze

Questa Open Beta ha mostrato il fianco ha molti problemi, il primo giorno in cui è stata resa disponibile a tutti infatti, è stato pressoché impossibile giocare se non per alcuni fortunati(che comunque non possono fare testo), scatenando anche l'ira di buona parte dell'utenza. Per quanto frustrante possa essere risultato è necessario specificare che la Beta è stata creata appositamente per verificare questo tipo di problemi,  ben venga quindi che i nodi siano venuti immediatamente al pettine, anziché avere brutte sorprese all'uscita del gioco. Nonostante anche dopo la risoluzione dei problemi l'attesa per ogni scontro si sia rivelata piuttosto lunga(anche più di 5 minuti), con dieci giorni di tipo per affinare il matchmaking e gestire i problemi, Arc System Works ha tutto il tempo di venire a capo delle debolezze dell'infrastruttura online e consegnare al pubblico un titolo perfetto anche sotto questo punto di vista. C'è da dire però che il net-code si è rivelato quasi sempre granitico, con una stabilità veramente impressionante(a patto di avere una buona connessione ovviamente).

 

Risultati immagini

 

Al prossimo episodio!

Sono sempre più innamorato di questo gioco, a fronte di alcuni dubbi o incertezze(veramente minimi comunque) sul bilanciamento dei personaggi e alcune scelte di gameplay, come il danno inferto dalle Super Combo forse troppo elevato, FighterZ si è dimostrato ancora una volta come un titolo fantastico, meraviglioso da vedere e divertentissimo da giocare, non resta che attendere il 25 gennaio per potersi addentrare nell'attesissima modalità storia e poter finalmente mettere mano al roster definitivo, lo scontro finale si concluderà nella prossima puntata con la nostra recensione!

 


ARTICOLO DELL'AUTORE Lorenzo "Igno" Stabile

È un vorace appassionato di videogiochi da quasi due decadi. La scintilla scoccò quando gli venne dato per la prima volta il controllo di un porcospino blu con le scarpe da tennis, che sfrecciava su un piccolo televisore. Crescendo, il disegno è diventata la sua ragione di vita, ma i videogiochi non si arrendono e tentano continuamente di assorbirlo completamente. Ama gli action, i platform e qualsiasi titolo "arcade", non disdegna fps, avventure grafiche e picchiaduro ma il suo grande amore rimangono gli RPG.

Commenti