logo
 | 

[Recensione] Evento Safari Copenaghen Pokemon GO

7 ottobre 2017

Questo weekend si è svolto presso le città di Copenaghen (Danimarca) e Praga (Rep. Ceca) l'evento Safari di Pokemon Go. L'evento, che inizialmente era stato organizzato per il 5 agosto scorso, ha visto come protagonisti il centro commerciale Fisketorvet danese e il Cerny Most ceco nella giornata di sabato 7 ottobre. 

Come accaduto il 16 settembre per CentrO - Oberhausen (Germania), Les Quatre Temps – Parigi (Francia) e La Maquinista - Barcellona (Spagna), per tutta la giornata sono state attivate dalla Niantic esche, creati nuovi pokestop e aumentati gli spawn rari per tutta la città e in particolar modo per i centri commerciali sponsor.

Questo weekend un gruppo di allenatori, tra i quali anche un amministratore della pagina Pokèmon Go Torino, si è recato nella capitale Danese: ecco la loro recensione.

 

IL BIGLIETTO e la PRENOTAZIONE

Da quest'estate eravamo interessati all'evento Safari, e circa 3 settimane fa abbiamo deciso di provare a prenotarci per quest'evento! 

Per poter partecipare ad una zona Safari è infatti necessario prenotarsi: il tutto avviene a step:

 

- individuare una meta e un periodo fattibili;

 
- iscriversi alla pagina facebook del centro commerciale che ospiterà l'evento e attendere 10 giorni prima dell'evento una comunicazione ufficiale del centro commerciale;

 
- le comunicazioni sono due: la prima avverte che il tal giorno alla tale ora verrà rilasciato il link per potersi iscrivere all'evento; la seconda invece avviene qualche ora dopo, dove viene comunicato il link;

 
- una volta ottenuto il link è necessario compilare velocemente un format dove vengono richiesti Nome, Cognome, Nazione di provenienza, Anno di nascita e una mail, il tutto in inglese o nella lingua del paese ospitante (nel nostro caso il danese, ovvero aramaico antico per noi);

 
- se siete tra i primi 2/3000 fortunati che riescono ad accaparrarsi il biglietto (e noi ci siamo riusciti) viene mandato tramite mail un codice QR Code da stampare e portare con se.

 

La BORSA e le POKEBALL

Nei giorni precedenti all'evento ci siamo preparati la borsa: via le pozioni e revitalizzanti, benvenute Pokeball, Megaball e Ultraball! Caramelle Ananas come se piovesse e Fortunuovi comprati durante l'evento della settimana scorsa. Ogni sera abbiamo fatto un giro per Torino per racimolare il necessario, con conseguente crisi "e ora cosa butto" ogni volta che la borsa era piena. Alla fine, in media, abbiamo iniziato il nostro viaggio con:

 

- 200 Pokeball
- 300 Megaball 
- 500 Ultraball
- 300 bacche Ananas
- 20 Fortunuovi

 

I POKESTOP, le ESCHE e gli SPAWN in città

Già dalle 7.30 in molti Pokèstop della città erano attive le esche: negli avvistamenti sono scomparsi i soliti Spinark, Poliwag e Slowpoke e sono apparsi Unown, Larvitar e Mareep. Le esche erano tutte di allenatori, complice il recente evento e i box speciali nello stop: l'evento era iniziato. Per tutta la città erano presenti gli starter di prima e seconda generazione, le loro evolozioni, tantissimi Clefary, Chansey, Machop e Mareep. 

 

IL CENTRO COMMERCIALE

Sebbene l'evento ufficialmente iniziasse alle 10.00, abbiamo deciso di non arrivare troppo tardi per evitare possibili code (e abbiamo fatto bene). All'arrivo nel centro commerciale, la maggior parte dei Pokestop e le Palestre erano scomparsi, e sui pochi rimasti campeggiava l'insegna della Zona Safari. 

Il Fisketorvet è un grosso centro commerciale a sud di Copenaghen: disposto su 4 piani dispone di un cinema multisala e di circa 120 attività tra negozi e ristoranti. Il centro, aperto dal 2000 è il terzo per grandezza su suolo danese, ed è di proprietà di Unibail-Rodamco, sponsor europeo di Niantic, per l'appunto.

 

L'arrivo e l'inizio dell'EVENTO

Al nostro arrivo c'erano poche persone (erano le 8.30) ma già la sicurezza era disposta lungo il percorso che dall'ingresso conduceva all'area per accreditarsi. 

In uno slargo a pian terreno erano presenti i tre banchetti per i team. Dei ragazzi ritiravano il codice QR e controllavano un documento di identità e consegnavano un sacchetto con all'interno un cappellino da Pikachu di carta, la password del wifi gratis dedicato all'evento, dei depliant sul centro commerciale e su possibili sconti dedicati agli allenatori e un nuovo codice da inserire o nello store in game o in un pokestop presente in loco.
In tre punti al primo piano erano state allestite aree relax per gli allenatori, con musica e puff del colore della squadra.
Anche se non erano ancora le 10 abbiamo potuto riscattare il nostro biglietto.
Una volta inserito il codice si apre un mondo!


Il FORMICAIO

Poco dopo le 9.30 il centro commerciale è diventato un formicaio di persone con il cellulare in mano: non solo allenatori con il biglietto, ma anche curiosi e sfortunati che, anche senza biglietto, erano arrivati per provare a farmre e tentare la fortuna (invano). 

Tante famigliole con bambini piccoli vestiti a tema Pokemon, tanti avventori del centro commerciale ma sopratutto... tanti Pokemon.


Il FARMING, le UOVA e le CATTURE importanti!

Durante l'evento sono state attivate 35 esche su 35 pokestop sparti per tutto il centro commerciale dalle 8.30 alle 20.30 circa. Per tutta la durata dell'evento sono state attivate circa 840 esche per un totale di 8.400 Pokemon spawnati solo da esca.

 

Solamente alcuni pokemon potevano spawnare da esca:

  • Bulbasaur
  • Charmander
  • Squirtle
  • Pikachu (anche shiny - 10% di probabilità)
  • Clefairy
  • Machop
  • Chanse
  • Kangaskhan
  • Magicarp (anche shiny - 10% di probabilità)
  • Ditto
  • Eevee
  • Chikorita
  • Cyndaquil
  • Totodile
  • Mareep
  • Miltank
  • Unown (A-F-I-R-S)
  • Skarmory
  • Larvitar

 

Il RELAX  e il GPS ballerino

Dopo nemmeno 1 ora che eravamo in giro per il centro commerciale ci siamo arenati. La gente ha capito che faceva più esperienza e catturava più Pokemon stando ferma in un punto tra 8/10 esche e sfruttando il GPS ballerino della connessione. Così facendo non solo ci siamo riposati ma abbiamo fatto anche parecchi KM e schiuso diverse uova.

CONSIGLI UTILI e CONSIDERAZIONI

Non andate senza biglietto Safari, non ne vale la pena: è vero che in città lo spawn sarà aumentato, ma se non avete la possibilità di spostarvi velocemente (macchina) il gioco non vale la candela.

Usate il Go Plus solo per i Pokestop, rischiate di perdervi qualcosa di importante: il braccialetto agevola molto il lavoro, sopratutto quando spawnano 10 pokemon contemporaneamente e si hanno solo 3 min per prenderli, ma fate attenzione: gli starter non sono così facili da prendere, e tutti gli altri vale la pena di prenderli con bacca ananas!

Valutate attentamente e con pazienza ogni Pokèmon, potrebbe essercene qualcuno che vale la pena tenere: chi scrive ha eliminato un Larvitar 100% di IV "solo" perchè troppo basso di PL!

L'organizzazione è stata ottima, nonostante la coda i tempi di attesa sono stati ridotti: arrivate prima nel luogo dell'incontro! Alle 9.30 la fila per accreditarsi arrivava fuori dal centro commerciale!

La connessione dati in Europa è quella nazionale, quindi niente paura sui mb. L'area è comunque coperta da una rete wifi dedicata ma le connessioni sono troppe e risulta instabile per metà del tempo!

Portatevi la powerbank ma anche la presa a muro, all'estero è facile trovare aree attrezzate con prese di corrente a disposizione. Inoltre ci sono diversi negozi che per l'occasione mettono in promozioni poerbank: per 7 euro Tiger vendeva le 16K mAh

Andate con gli amici ma se siete soli non preoccupatevi, che qualche connazionale lo trovate sicuramente! E non badate all'età, ci sono bambini di 10 anni accompagnati dai nonni...  tutti allenatori incalliti!


IL MEDAGLIERE, l'EXP e il BOTTINO FINALE

Dopo 14 ore passate li dentro, eravamo fusi, ma molto soddisfatti. 

Otre alle innumerevoli catture e caramelle fatte, oltre ai Pikachu e Magikarp Shiny, oltre alle medaglie Unown, Safari, Pikachu, oltre ai panini del Mc e all'acqua di Tiger, oltre ai 14 fortunuovi usati e ai 637.000 punti exp fatti, il vero bottino finale è stato il viaggio: 3 giorni passati all'estero con persone che conosci da pochi mesi ma che pensi di conoscere da una vita, tra le risate in ostello e la visita e scoperta di una città mai vista, il cercare di interpretare una lingua straniera sui tabelloni dei pulman e cantare al karaoke con degli sconosciuti... 

 

Pokemon Go è anche questo, è sopratutto questo. Quello che c'è oltre allo schermo del cellulare: un gruppo di persone, una community fantastica, la voglia di stare assieme e di divertirsi, e il gioco è solo un di più!

ARTICOLO DELL'AUTORE Rio Mario Riopale Parile

Grafico e organizzatore di eventi di professione, gamer e appassionato di serie TV per passione. Cerca la saggezza negli anni ma guarda il mondo attraverso gli occhi di un bambino.

Commenti